Lingue

    ITALIANO  ∣  ENGLISH

Enogastronomia italiana. Gusto vincente

Paese che vai, cibo che trovi. E in Italia la cucina è una vera e propria forma d’arte, come confermano le tantissime pietanze tipiche di ogni singola regione. Ma vicino ad un buon piatto di pasta, di carne o di pesce non possiamo non abbinarci un buon vino. Ecco quindi nascere un patrimonio enogastronomico di assoluto prestigio, capace di essere invidiato dal resto del mondo. Ma cosa lo rende così unico?
 

 

 

Un patrimonio enogastronomico tutto da scoprire

Una delle caratteristiche del Belpaese è la sua molteplicità di paesaggi, luoghi e tradizioni. Questo le ha permesso di sviluppare una varietà enogastronomica come in nessun altro paese. Centinaia di piatti tipici, che rispecchiano culture e usanze delle varie regioni. Dalla pizza, simbolo di una Napoli capace di stupire con semplicità, ai tortellini emiliani, frutto – secondo la leggenda – dell’amore di un uomo nei confronti di una giovane donna, che decise di omaggiarla realizzando un tipo di pasta con la forma del suo ombelico. Curioso vero?

E ancora: arancini (o arancine, la disputa è tutt’oggi ancora in corso), polenta e bistecca alla fiorentina. Senza dimenticare le centinaia tipologie di pasta, simbolo tutto italiano spesso mal replicato all’estero. Dalla carbonara, nata durante l’occupazione alleata a Roma, alle orecchiette con cime di rapa, patrimonio pugliese sin dal Cinquecento. Passando per risotti, lasagne e parmigiane (fame, vero?).

A seconda del luogo e della sua storia, la cucina locale muta considerevolmente, riuscendo però sempre a stupire. Non è un caso infatti se oggi si parla anche di turismo enogastronomico, ovvero di viaggi alla scoperta dei piatti tipici di ogni regione, città o piccolo comune italiano. Ma, come detto poc’anzi, vicino non possiamo non abbinarci un buon vino. E anche in questo caso l’Italia primeggia su tutti!

La magia dei vigneti italiani

Grazie al clima mediterraneo e alla conformazione del territorio, sin dall’antichità il Belpaese è stato (ed è) uno dei luoghi migliori dove coltivare e produrre del buon vino. Da nord a sud i vigneti italiani permettono una produzione di livello mondiale, con alcuni vini venduti a cifre inimmaginabili. Ed anche in questo caso la caratteristica principe è la varietà. Sono infatti centinaia i vini con marchio DOP, DOC o IGT, suddivisi non solo per tipologia, ma anche per regione di provenienza. Si va dai rossi friulani, ricchi di struttura ed equilibrio, ai bianchi delicati e profumati del Piemonte. A sud le terre vulcaniche campane e siciliane da millenni sono poi sfruttare per realizzare dei vini pregiatissimi ed esportati in tutto il mondo. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti (e tutte le tasche!).

 

made with in Italy